Sciatalgia, cure complementari.

La sciatalgia o sciatica è una sensazione di intenso dolore alla gamba causata dall’irritazione del nervo ischiatico. La prima volta che la letteratura medica impiegò il termine “sciatica” fu nel 1450.

Generalmente, il dolore viaggia dalla parte posteriore della coscia fino al retro dello stinco e può estendersi anche verso l’alto, fino all’ anca oppure giù fino al piede. Oltre a dolore, ci può essere sensazione di torpore e la difficoltà nel muovere o controllare la gamba. Di solito, la sintomatologia dolorosa è percepita da un solo lato del corpo.

Benché la sciatica sia una forma relativamente comune di dolore in basso alla schiena e di dolore monolaterale alle gambe, il significato vero del termine è spesso frainteso. Il termine sciatica definisce un insieme di sintomi piuttosto che una vera e propria diagnosi sulla vera natura dell’agente che irrita la radice del nervo, causando il dolore. Questo punto è importante, perché il trattamento per sciatica o per le sindromi sciatiche sarà spesso diverso, in funzione dalla causa sottostante dei sintomi.

Cause della sciatica..

La sciatica è generalmente causata dalla compressione di una radice di un nervo spinale lombare, e, di gran lunga meno comunemente, per la compressione del nervo sciatico propriamente detto. La “vera” sciatica, quindi, è causata dalla compressione (alla radice nervo) quando essa si presenta come una radiculopatia (oppure come una radicolite quando l’affezione accompagnata da una risposta infiammatoria) lombare, oppure da una ernia spinale, (che si ha quando un disco intervertebrale fuoriuscendo dalla sua sede nella colonna vertebrale va a comprimere una radice nervosa), in questo modo rende “ruvidi” i movimenti oppure amplia e/o disallinea le vertebre (affezione nota come spondilolistesi), o causa degenerazione dei dischi intervertebrali.

La sciatalgia può anche esperimentarsi durante la gravidanza avanzata, primariamente come risultato della compressione esercitata dall’utero sul nervo sciatico, e secondariamente, per la tensione muscolare e/o la compressione vertebrale conseguente al dover costantemente sopportare il peso extra costituito dal feto, oltre alla postura propria della gravidanza avanzata.

Un’altra fonte di sintomi sciatici è l’attivazione di punti di scatto attivi della parte inferiore della schiena e dei muscoli glutei. In questo caso, il dolore riferito non è infatti, conseguente alla compressione del nervo sciatico, anche se la distribuzione del dolore per le natiche e per la gamba è simile. I punti di scatto (trigger points) si attivano quando i muscoli vanno incontro a ischemia (basso afflusso di sangue) per lesioni (stiramenti) o per la contrazione muscolare cronica. I muscoli associati più comunemente con i punti di scatto che innescano sintomi sciatici sono: il quadrato dei lombi, il gluteo medio, il gluteo minimo e il rotatore profondo dell’anca.

Terapia

Molti casi di sciatica possono essere efficacemente trattati da una o dalla combinazione delle seguenti pratiche:

  • Fisioterapia ed esercizi, che generalmente sono fatti meglio in una maniera controllata e progressiva e che possono includere alcune combinazioni di stretching (stiramento), rafforzamento e miglioramento delle condizioni cardio-vascolari.
  • Massaggio, come mezzo per far rilassare e “slegare” i muscoli, decomprimendo il nervo.
  • Appropriati cambi nelle abitudini, nell’ergonomia e nell’ambiente di lavoro (ad esempio cuscini, adeguata altezza della sedia e del tavolo di lavoro, posizioni assunte nel sonno).
  • calore è molto benefico,tenere la parte in caldo con argilla cotta o se non si trova si può utilizzare la borsa dell’acqua calda,accellera enormemente la guarigione.
  • cura complementare: manipolazione osteopatica effettuata da un medico o da un fisioterapista.
  • cura complementare: Massaggio riflessogeno plantare effettuato da un esperto di riflessologia plantare.
  • cura complementare:Moxa e coppettazione.

Gaobi.

Unguento Rosmarino Ginepro Unguento Rosmarino Ginepro 

Tonifica e rinfresca

Compralo su il Giardino dei Libri

Il Calore che Guarisce di Daniele Santagà Il Calore che Guarisce 

Moxa e coppettazione, la via cinese al benessere

Daniele Santagà

Compralo su il Giardino dei Libri

Il Libro della Riflessologia per il Mal di Schiena Ann Gillanders Il Libro della Riflessologia per il Mal di Schiena 

Guarire la schiena in modo sicuro ed efficace

Ann Gillanders

Compralo su il Giardino dei Libri


Puoi lasciarmi un commento, o un rimando dal tuo sito.

Una Risposta a “Sciatalgia, cure complementari.”

  1. gaobi ha detto:

    Ho trattato diversi casi di lombosciatalgia in cui si è avuta una netta diminuzione del dolore già dalle prime sedute, sempre accompagnato da un riequilibrio psicofisico, poichè la riflessologia plantare agisce sempre più livelli, in modo globale sull’intero essere.
    E’ fondamentale trattare i seguenti punti riflessi:tutto il rachide, maggiormente il tratto lombo sacrale,plessi lombare e sacrale, punti sciatici,apparato endocrino, art. coxo-femorale, femore, ginocchio, sinfisi pubica, circolazione linfatica superiore, apparato urinario.
    Gaobi

Lascia un commento