Allergie e riflessologia plantare.

Il sistema immunitario è in rapporto con milioni e milioni di cellule che interagiscono tra loro, proprio come l’uomo interagisce con l’esterno. Al suo interno le relazioni sono infinite, quindi un azione piccola può riflettersi su tutto il sistema. Esso percepisce la realtà esterna e la qualifica in due modi, o amico o nemico e reagisce di conseguenza: l’antigene, cioè la sostanza provenente dall’esterno e l’anticorpo, cioè la reazione corporea all’antigene. L’allergia esce da questo schema, essendo una reazione esagerata ad alcuni elementi che nella maggior parte dei casi sono innoqui: pollini, medicinali, tessuti, bateri, cibi, coloranti, agenti chimici. La realtà procede per salti di qualità che però si basano su un sistema quantitativo. Del nesso tra sistema immunitario ed allergia si sa poco; come si forma?E’ una sorta di i mprinting?…Quando apro gli occhi, alla nascita, vedo l’esterno..E’ il momento in cui la potenzialità del sistema immunitario diventa azione, tutto quello che catalogo come amico diventa assimilabile, omogeneo, benefico, conforme a me e tutto ciò che è nemico lo combatto. Se le sostanze alimentari entrano in questa logica, ci sarà allergia. Gli allergici sono di solito sicuri di sè, hanno personalità rigide, sorvolano sulle cose, transitano nelle situazioni senza prendere precise posizioni, amano i viaggi; o all’opposto possiamo avere persone passive e superficiali.E’ questo vedere non vedere, non agire…non prendere posizioni che mette in allarme il sistema immunitario che si chiede: nemico o amico?? Non riconoscendo ha  reazioni incontrollate. Non è semplice eliminare le allergie. Il sistema ghiandolare e organico di chi soffre di questo disturbo non funziona correttamente e perciò è necessario riportare gli organi al pieno della loro funzionalità. Và da se l’eliminazione dalla dieta, per un certo periodo di tempo, dei cibi che si ritengono responsabili dell’allergia, tenendo presente che molto spesso sono i coloranti e i conservanti contenuti nei cibi che scatenano la reazione allergica e non i cibi stessi. E’ suggerito consumare il più possibile cibi biologici, in modo particolare i latticini che contengono tutte le sostanze che vengono somministrate negli allevamenti. In riflessologia plantare le zone da trattare sono gli organi emuntori, milza, stomaco, tutto l’apparato endocrino, in modo tale da dare al corpo un segnale armonico forte.

In parte tratto dai testi di Gabriella Artioli.

Manuale di Riflessologia Plantare Manuale di Riflessologia Plantare 

Gabriella Artioli

Compralo su il Giardino dei Libri

gaobi.


Puoi lasciarmi un commento, o un rimando dal tuo sito.

Lascia un commento