Riflessologia plantare in caso di ansia, digestione lenta e cefalea.

Il riflessologo con una attenta indagine visiva e tattile è in grado di cogliere particolari sul tratto riflesso dello stomaco e del primo tratto digestivo che sono chiari segnali e  indicano al professionista la via da seguire durante il trattamento stesso.

La zona riflessa dello stomaco si può presentare con rigonfiamenti,indurimenti, solchi profondi e/o dolorosa in risposta alla pressione; il trattamento è sempre diverso per ogni persona, ma si differenzia ancora di più a seconda delle cause che scatenano la sofferenza.

Il mal di stomaco, che poi è un dolore che si sente lungo tutta la fascia addominale all’altezza dello stomaco  spesso è anche correlato ai cambiamenti stagionali, ancor di più se la persona è poco flessibile e non è facilmente incline ai cambiamenti in genere, adattarsi diventa quindi  uno sforzo necessario per affrontare le nuove esigenze sia ambientali che esistenziali.

Bruciori, nausea, gastrite, dolore, sono sintomi evidenti di sofferenze legate all’impatto con i doveri e con le relazioni, quindi  ritmi di vita troppo incalzanti , rapporti  relazionali lavorativi quasi oppressivi o aggressivi producono questi effetti sul primo tratto intestinale,oltre ad un evidente ristagno di liquidi e quindi gonfiore nella zona riflessa.

Cefalee, dolori forti e che si manifestano ripetutamente alla testa,(escluse patologie accertate), sono indice di ansia e paure che nascono in seguito a prepotenze ricevute e mai espresse, di cui non ci si riesce a lamentarsi apertamente; questi forti dolori rappresentano il campanello di allarme che ci ricorda il bisogno di lasciarci dei vecchi contesti dolorosi alle spalle.

Secondo studi svolti negli Stati Uniti, risulterebbe che sovente chi soffre di cefalee ricorrenti corrisponda a personalità molto generose e altruiste che per proteggersi dalla preoccupazione continua verso gli altri si rifugiano nel loro dolore,unico modo strategico di sopravvivenza per liberare la mente e allontanare ogni pensiero  se non quello unico che il dolore passi al più presto.

L’intervento del riflessologo è dunque diverso in base alle cause che producono il malessere; quando è necessario aiutare a liberarsi ed alleggerirsi da un peso o pensiero… sarà prioritario  lavorare sui meridiani energetici di rene e vescica, gli organi deputati più degli altri al drenaggio e al lasciare andare;

quando ci sono difficoltà di adattamento la priorità sarà quella di lavorare addolcendo gli spigoli della rigidità, quindi lavorando in prima istanza sui meridiani energetici di fegato e cistifellea;

quando è lo stomaco con  il gonfiore  e dolore addominale la sintomatologia principale, il riflessologo darà priorità a riequilibrare principalmente tutto l’elemento terra e i meridiani energetici di stomaco, milza e pancreas.

I trattamenti di riflessologia rivolti a persone che manifestano stati ansiosi, come regola generale devono essere prima di tutto una coccola accogliente, infatti chi chiede aiuto ha ricevuto e porta il segno di aver subito un ambiente esterno ostile, aggressivo e di non accettazione; pur non volendo si mostrerà in atteggiamento difensivo, i piedi saranno perfettamente perpendicolari al lettino, non mostrando apertura e rilassamento alcuno, le dita saranno rigide con tendenza a chiudersi, arrotolandosi verso il basso come a soccombere ancor a una volta.

Il lavoro del riflessologo è di pazienza e  di nessuna aspettativa, ogni persona è unica, ciò che umilmente si può fare è mostrare accoglienza, fare recepire che si è totalmente accettati e che si è in un ambiente amichevole. Così abbracciare le dita porterà conforto e acquieterà la mente, ma permetterà anche al riflessologo di percepire la temperatura e flessibilità delle stesse, presenza di ispessimenti ecc tutti aspetti importantissimi di cui tenere conto durante il trattamento.

Mentre si tratta tutto il tratto digestivo a dovere, può capitare che il piede rilasci un odore dolciastro  e fragrante,questo sarà un segnale positivo di rilascio a livello di stomaco, è consigliabile  successivamente soffermarsi a trattare i meridiani energetici di fegato e cistifellea sul dorso del piede e molto probabilmente l’odore rilasciato diventerà acido (rilascio a livello di fagato e cistifellea), molto spesso sarà la persona stessa a confidare che sente che lo stomaco si sta liberando e che ha una sensazione di vuoto e leggerezza lungo il tratto digestivo.

Gaobi.

 


Puoi lasciarmi un commento, o un rimando dal tuo sito.

Lascia un commento