Piedi sofferenti, come la psiche si manifesta in loro.

Le patologie del piede sono al 90% di origine fortemente psicosomatica! L’essere impediti o parzialmente limitati nel camminare bene trovano una stretta relazione con quelle difficoltà o addirittura impossibilità di andare incontro a qualcuno o qualcosa che , in certi periodi della vita, sono invece azioni necessarie per il compimento del proprio destino e della sua comprensione. Ad esempio:

alluce valgo, si manifesta con lo spostamento dell’alluce verso il secondo dito che è costretto a piegarsi divenendo a martello per lasciargli spazio; questo spostamento è causato dall’aumento di volume dei capi ossei dell’articolazione metatarso falangea del primo dito, durante questo spostamento c’è un alternanza di dolore acuto, rossore, calore, e periodi di aumento della struttura delle ossa con conseguente rigidità articolare. La causa psicosomatica di questa patologia è il sovvracarico di responsabilità, sentirsi il mondo sulle spalle, preoccupazioni continue per la famiglia, il lavoro, l’ansia da prestazione, difficoltà a prendere decisioni, dubbi… è interessante sotolineare che questa patologia colpisce prevalentemente le donne. Il lavoro  del riflessologo in questo caso è di tenere sempre sfiammata questa zona lavorando attorno alla “cipolla” con un massaggio leggero e veloce; è interessante osservare la postura, quando ci si sente oppressi si cammina con la testa in avanti, la settima cervicale rimane così esposta a tutte le intemperie e tende a infiammarsi, contemporaneamente sulpiede, nella corrispondente zona riflessa inizia un processo di infiammazione con borsite, liquido sinoviale che genera dolore ed è questo l’inizio del valgismo.

tallonite, è spesso causata da conflitti mai risolti o viceversa da un legame eccessivo con la madre, quest ultima soprattutto se si presenta sul piede sinistro, , oppura la difficoltà di realzione con le donne, anche da parte delle donne stesse, in questo caso vedi piede destro; il lavoro del riflessologo è attenuare il dolore con una serie di trattamenti che varia da 6 a 8 da ripetere circa una volta alla settimana, si lavora tutta la zona del calcagno senza intervenire sull’area dolente che man mano sarà sempre minore,; si tratta  di sconfiggere il nemico senza che questo se ne renda conto, stando alla larga.

Unghia incarnita, ciascun dito del piede somatizza una sofferenza specifica per ogni tipo di emozione:

1^ dito, alluce, rappresenta il super controllo, 2^, 3^ dito, melluce e trillice, rappresenta la preoccupazione, la rimuginazione, 4^ dito, pondulo, rappresenta la rabbia, 5^ dito, mellino, rappresenta la paura e l’ansia. Perciò a seconda dell’unghia del dito colpito, vale la pena di fare una introspezione per divenire coscienti di quale è l’emozione che si sta manifestando. Il lavoro del riflessologo è di massaggiare sempre la base dell’unghia sofferente e di trattare gli organi  e i visceri corrispondenti che dominano queste emozioni con difficoltà; quando le unghie guariscono anche le emozioni ritrovano il giusto equilibrio.

Anche i traumi, frature, ematomi e ristagni linfatici sono spesso una necessità cui il nostro corpo-mente-spirito ricorre al fine di renderci parzialmente immobili per un certo periodo di tempo. Il nostro corpo e il nostro cervello ci stanno dicendo: rallenta, rifletti, ascoltati, prendi una pausa. I trattamenti di riflessologia del piede riescono a riabilitare la libertà di movimento, e questo, avviene di pari passo con la capacità della persona di riconoscere e di rimuovere quei blocchi mentali che hanno provocato un impedimento anche sul piano fisico.

In parte preso spunto  da L’altra medicina, n.20, Gaobi.

Podomanzia Devon Scott Podomanzia 

Il cielo sotto di noi

Devon Scott

Compralo su il Giardino dei Libri

gaobi


Puoi lasciarmi un commento, o un rimando dal tuo sito.

Lascia un commento